Gin

Ubriacatevi in continuazione, di vino, di poesia, di virtù, come volete. (Baudelaire)

Il Gin e i botanicals

Il gin è un distillato secco che deriva dalla distillazione di un fermentato di frumento ed orzo ed in cui viene lasciata macerare una miscela di erbe, spezie, piante e radici, ovvero, i cosiddetti botanicals. In particolare, in questo insieme di erbe e spezie, spiccano le bacche di ginepro in quanto sono esse a caratterizzare maggiormente la bevanda in termini di gusto e aroma ed è sempre in relazione ad esse che il nome trae origine (gin da ginepro).

 

Quali origini ha il gin?

Scuola Medica Salernitana

Matteo Silvatico – Scuola Medica Salernitana

 

Probabilmente il primo distillato di gin ha avuto origini nella città di Salerno nella Scuola Medica Salernitana ad opera di monaci che realizzarono un orto botanico per approvvigionarsi delle materie prime da distillare. Il fine non era ottenere una bevanda ludica bensì trasmettere le proprietà mediche del ginepro, per fare una medicina. Verso la metà del Seicento, un medico dell’Università di Leida, dal nome Francisco Della Boe elaborò per la prima volta questo distillato nell’intento di aiutare a curare i soldati olandesi che si ammalavano di febbre nelle Indie Orientali. Successivamente questa bevanda si diffuse anche in Inghilterra, luogo in cui raggiunse il culmine della sua produzione e notorietà grazie al divieto d’importazione di distillati stranieri imposto da Guglielmo III d’Orange nel 1960.

botanicals erbe, spezie e sostanze aromatizzanti adoperate per dare una profumazione unica al prodotto, sono la peculiarità vera del distillato. La miscela di erbe e spezie utilizzate varia da distillatore a distillatore. Le nuove tendenze prevedono l’utilizzo di botanici non convenzionali che rendono il gin molto simili a prodotti di “profumeria”.

 

Quali sono i botanicals del gin?

  • Ginepro, espressamente previsto dalla legge all’interno del Gin;
  • Semi di coriandolo, aggiungono una nota speziata all’equilibrio aromatico finale. A seconda della provenienza il tipo di sensazione apportata cambia, ad esempio, quelli provenienti dal Marocco danno un sentore di pepe, mentre quelli dell’est Europa attribuiscono al distillato un timbro floreale e agrumato;
  • Radici di Angelica, la cui funzione principale è quella di bilanciare le note aromatiche apportate dagli altri botanicals. Ad essa, comunque, viene ricondotto un aroma di terra, legno e muschio;
  • Iris Germanica / Iris Pallida, conferisce al gin profumazione che rimandano alla viola e alle figlie;
  • Scorza di agrumi, non è presente in tutti i Gin, ma in quelli più prestigiosi, come il Plymouth ed il Beefeater, viene utilizzata in particolare quella di limone o quella di arancia.

Ne esistono molti altri, magari più di nicchia, tra i quali: mandorla, cannella, liquirizia, noce moscata e cardamomo.

Ecco una selezione dei gin che potrete trovare da noi:

  • Beefeater
  • Beefeater 24
  • Bombay Sapphire
  • Bombay Original
  • Botanic
  • Broker’s
  • Bulldog
  • Burnett’s
  • Damrak
  • Dolce Vita
  • Generous
  • Ginberry’s
  • Gin More
  • Hendrick’s
  • Jodhpur
  • Ki No Bi
  • Luis Gin Eight
  • Martin Millers
  • Monkey 47
  • Old English
  • Ophir
  • Panarea
  • Plymouth
  • Portobello Road
  • Tanqueray
  • Tarquin’s
  • The London N°1
  • Vallombrosa
  • Williams GB
Condividi